Immagini di Occimiano
Immagini di Occimiano

Consiglio d'Europa

 

Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe - Roero e Monferrato
Associazione per il
Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe -
Roero e Monferrato

Unione Terre di Po e Colline del Monferrato
Unione Terre di Po e
Colline del Monferrato

Logo 190 comuni di Alessandria

PiccolaGrandeItalia - Una campagna a favore dei piccoli comuni italiani

Chiesa Parrocchiale di San Valerio

 

Chiesa Parrocchiale di S. Valerio

 

La Chiesa parrocchiale è dedicata a San Valerio, che la tradizione identifica in un parente omonimo del San Valerio vescovo di Saragozza. E’ qui conservata la reliquia di un dito.                                                                                 La prima testimonianza di una primitiva costruzione di chiesa intitolata a San Valerio risale alla fine del XIII secolo. L’attuale struttura e’ databile tra la fine del XV e l’inizio del XVI secolo. Venne poi consacrata dal vescovo Scipione d’Este il 30 novembre 1555.                                                                                                                                                                                             La facciata risale al 1882-83, quando il parroco dell’epoca Monsignor Giuseppe Angelino ampliò la struttura.Un arco trionfale con due colonne domina la facciata (su disegno dell’arch. Gioachino Varino), con le statue dei due co-patroni del paese San Giorgio e San Lorenzo. Sopra la porta centrale è posto il busto di San Valerio.

L’interno della chiesa è stato arricchito a partire dal XVI secolo. L'altare maggiore e la rispettiva balaustra risalgono al 1751, mentre le altre balaustre e l'altare della cappella del Sacro Cuore provengono dalla chiesa della Consolazione (o di S. Croce). Di uguale provenienza sono anche alcune delle tele collocate nell’abside dietro l’altare maggiore, come la Deposizione di Gesù (1622), la Madonna col Bambino e i Santi Carlo e Francesca Romana (1622) di Giorgio Alberini e il Transito di San Giuseppe attribuibile ad Aureliano Milani. Tra le opere conservate c’è la Madonna con il Bambino di Bernardino Lanino (un documento conservato in archivio datato agosto 1580 attesta l’incarico dato a Bernardino Lanino dell’ esecuzione della pala) e la grande tela dell’Assunta del bolognese Aureliano Milani (1726), già pala dell'altar maggiore della chiesa della Consolazione (il disegno preparatorio firmato e datato si trova alla Pennsylvania Academy of the Fine Arts di Philadelphia).Negli anni 1867-69 le volte sono state affrescate da Paolo Maggi con decorazioni di Francesco Ferrari. Sul lato destro dell’entrata si trova la Cappella della Madonna, a croce greca, che risale al 1881. Ai lati dell’entrata sono collocate due preziose lapidi di epoca romana (II sec. d.C.), a memoria del primitivo insediamento romano sulla collina ai piedi della quale sorge l’attuale paese.  

 

Parish Church of San Valerio  

 

This Parish Church is dedicated to San Valerio, thought to be related to San Valerio, Bishop of Zaragoza. The relic of his finger is housed in the church. The first testimony of a primitive church dedicated to San Valerio dates back to the end of the 13th century. The present building was erected between the end of the 15th and the beginning of the 16th century. It was later consecrated by Bishop Scipione d’Este on 30th November 1555. The façade,was built in 1882-83, when Monsignor Giuseppe Angelino enlarged the temple.A triumphal arch with two columns dominates the façade, designed by the Architect Gioachino Varino, with the statues of the two Patrons San Giorgio and San Lorenzo. A bust of San Valerio is placed above the main entrance.

The interior of the church has been enriched since the 16thcentury. The high altar and its banister date back to 1751. The other banisters and the altar of the Sacred Hearth Chapel were moved from the Consolation (or Holy Cross) Church. From the same church are some canvases set in the apse behind the high altar: the Deposition of Jesus (1622), the Madonna with the Child and the Saints Carlo and Francesca Romana (1622) by Giorgio Alberini as well as the Passage of Saint Joseph, ascribable to Aureliano Milani. Among the works of art inside the Parish Church there is the Madonna with the Child by Bernardino Lanino (a paper dated August 1580 found in the archives certifies that the artist was commissioned to paint the altar piece) and the big canvas of Our Lady of the Assumption by Aureliano Milani (1726), moved from the high altar of the Consolation Church (the signed and dated preparatory draft is on view at the Pennsylvania Academy of the Fine Arts of Philadelphia).The vaults have been frescoed by Paolo Maggi with decorations by Francesco Ferrari in 1867/69. The Greek-cross plan Chapel of the Madonna (1881) is located on the right side of the entrance. Two precious Roman stones (2nd century AD), remains from the primitive Roman settlement on the hill, are embedded in the wall beside the entrance. The village expanded in the plain at the foot of the hill.

 

 

rolex replica sale | hublot replica uk | replica watches sale | rolex replica uk